CARBOIDRATI PRIMA DELL' ESERCIZIO: EFFETTO DELL' INDICE GLICEMICO

CARBOIDRATI PRIMA DELL' ESERCIZIO: EFFETTO DELL' INDICE GLICEMICO

I cibi a basso indice glicemico (GI) possono conferire un vantaggio quando mangiati prima di un esercizio fisico prolungato, fornendo una fonte di glucosio a rilascio lento del sangue senza un aumento di rilascio d’ insulina. Per testare questa ipotesi, tre ricercatori americani hanno posto ad un esperimento otto ciclisti.

I suddetti addestrati, hanno pedalato fino all'esaurimento un'ora dopo l' aver mangiato uguali quantità di carboidrati di quattro pasti di prova: lenticchie, un alimento basso IG (LGI); patate, alimenti ad alto contenuto glicemico (HGI), glucosio e acqua. 

I livelli di glucosio e insulina nel plasma erano inferiori a LGI rispetto a dopo l'HGI da 30 a 60 minuti dopo l'ingestione (p meno di 0,05). 

I livelli di acido grasso (FFA) nel plasma non erano più alti dopo l’ingestione di acqua (p meno di 0,05) seguito da LGI e poi da glucosio e HGI. Da 45 a 60 minuti dopo l'ingestione, il lattato plasmatico era più elevato nella sperimentazione HGI rispetto allo studio LGI (p inferiore a 0,05) ed è rimasto elevato durante tutto il periodo di esercizio. 

L'ordine degli alimenti dal più basso al più alto per l'ossidazione totale dei carboidrati durante l'esercizio fisico è stato: acqua, lenticchie, glucosio e patata. 

Il tempo di resistenza è stato di 20 minuti più dopo con alimenti a indice glicemico basso piuttosto che con indice glicemico alto (p meno di 0,05). 

Questi risultati suggeriscono che un pasto a basso indice glicemico prima dell’esercizio/allenamento può prolungare la resistenza durante lo stesso, inducendo meno iperglicemia post-prandiale e iperinsulinemia, livelli più bassi di lattato plasmatico prima e durante l'esercizio e mantenendo il glucosio plasmatico e i livelli di acidi grassi più alti durante i periodi critici dell’esercizio/allenamento.