EFFETTI DEL CICLO MESTRUALE DURANTE L' ESERCIZIO FISICO

EFFETTI DEL CICLO MESTRUALE DURANTE L' ESERCIZIO FISICO

Uno studio giapponese della Facoltà di Sviluppo Umano del Laboratorio per la Fisiologia Umana Applicata di Kobe ha valutato gli effetti del ciclo mestruale e della formazione fisica sulle perdite di calore (sudorazione e vasodilatazione cutanea) durante l'esercizio moderato in un ambiente temperato. 

 Sono state eseguite dieci donne non addestrate (gruppo U) e sette donne addestrate alla resistenza (gruppo T) (assunzione massima O2 di 36,7 /- 1,1 rispettivamente 49,4 /- 1,7 ml.kg-1.min-1, P <0,05) Un esercizio di ciclismo al 50% di assunzione O2 massima per 30 minuti durante la fase mestruale midfollicolare e midluteal in un ambiente temperato (temperatura ambiente di 25 gradi C, umidità relativa del 45%). 

Nel gruppo U, i livelli plasmatici di estrone, estradiolo e progesterone a riposo e temperatura esofagea (Tes) durante l'esercizio fisico erano significativamente più elevati durante il midluteal che durante la fase midfollicolare (P <0,05). 

Il tasso di sudorazione e il flusso sanguigno cutaneo (misurato tramite la misurazione del flusso del laser-Doppler) sul petto, sul dorso, sull'avambraccio e sulla coscia erano più bassi durante il midluteal che durante la fase midfollicolare durante l'esercizio fisico. 

La soglia del Test per le risposte di perdita di calore è stata significativamente maggiore e la sensibilità delle risposte di perdita di calore è stata significativamente più bassa nel midluteal rispetto alla fase midfollicolare, indipendentemente dal sito del corpo. 

Questi effetti del ciclo mestruale nel gruppo U non sono stati osservati nel gruppo T.

Il tasso di sudorazione e il flusso sanguigno cutaneo erano significativamente più alti nel gruppo T rispetto al gruppo U, indipendentemente dalla fase mestruale o dal sito del corpo. 

La soglia di risposta per le perdite di calore è stata significativamente più bassa e la sensibilità delle risposte di perdita di calore è stata significativamente maggiore nel gruppo T rispetto al gruppo U nella fase midluteale; però, la sensibilità della risposta di sudorazione è stata significativamente maggiore nella fase midfollicolare. 

 

Questi risultati suggeriscono che le risposte di perdita di calore nel gruppo U sono state inibite nella fase midluteal rispetto a quella nella fase midfollicolare. Il ciclo mestruale non ha avuto effetti notevoli nel gruppo T. L’allenamento fisico ha migliorato le risposte di perdita di calore, che era più marcata nel midluteal che nella fase midfollicolare.