OLIO DI PALMA: SIAMO SICURI CHE FACCIA COSI’ MALE?

OLIO DI PALMA: SIAMO SICURI CHE FACCIA COSI’ MALE?

La lotta all’olio di palma continua, ma siamo proprio sicuri che sia così deleterio per il corpo umano?

 

E’ assodato che la sua brutta immagine rimane vincolata alla presenza di acidi grassi, come se questi fossero un esclusiva dell’olio di palma.

I grassi saturi che troviamo nell’olio di palma li possiamo trovare anche nel burro e nel burro di cacao.

Nell’olio di palma tra gli altri possiamo trovare l’acido palmitico di cui è ricco ( almeno 50%) ed è il principale grasso saturo che troviamo nei grassi animali e vegetali e compone anche parte dei grassi del latte materno.

Quindi possiamo dire che l’olio di palma è protagonista di una congiura ordita per altri interessi: accusato di essere un alimento tumorale, diabetogeno e nemico del cuore.

L’olio di palma era stato messo sul mercato per sostituire i grassi trans e idrogenati le cui peculiarità negative e la sua nocività è stata ampiamente riconosciuta da tutta ala comunità scientifica e dall’OMS.

La più importante ricerca scientifica sull’olio di palma esce proprio dall’Italia.

L’associazione tra il consumo di grassi saturi e l’incidenza di malattie cardiovascolari non è scontata e che sostituire gli altri grassi alimentari con l’olio di palma non porta fattori negativi al cuore, così come non ci sono studi che mettano in relazione il consumo dell’olio di palma con l’insorgenza di tumore e diabete.

Quindi se mangiamo quantità eccessive di snack, focaccia, grissini o altri prodotti simili bisogna essere consapevoli che ci stiamo alimentando in modo sbagliato al netto dell’utilizzo dell’olio di palma.

Quello che molti non sanno è che ad oggi non esiste un alternativa e che risulta sempre molto meglio di quello che possono proporre l’ilio di soia, di colza piuttosto che girasole e mais.

Perché anche se l’olio di palma venisse sostituito con quello di girasole o soia non porterebbe vantaggi alla salute, ci sarebbero problematiche nella conservazione dei prodotti e aumenterebbe la deforestazione che non aggiungerebbe alcun giovamento alla situazione attuale.

 

La lotta all’olio di palma continua ma è bene prendere coscienza che il canovaccio è lo stesso visto per la gogna mediatica verso la carne e le uova.