METABOLISMO DEI GRASSI DIFFERENZE TRA UOMINI E DONNE

METABOLISMO DEI GRASSI DIFFERENZE TRA UOMINI E DONNE

 Il grasso è stoccato nel corpo sotto forma di trigliceridi che sono costituiti da tre acidi grassi  legati ad una molecola di glicerolo (che è un tipo di alcol).

 

La maggior parte del grasso corporeo è contenuto dentro cellule chiamate adipociti.

Il grasso è stoccato nel corpo sotto forma di trigliceridi che sono costituiti da tre acidi grassi  legati ad una molecola di glicerolo (che è un tipo di alcol).

 

La maggior parte del grasso corporeo è contenuto dentro cellule chiamate adipociti.

Il grasso è accumulato anche sotto forma di “goccioline” dentro le cellule muscolari (trigliceridi intramuscolari IMTG) e possono contenere 2000/3000 Kcal.

Oltre agli accumuli adiposi, i Trigliceridi circolano liberi nel sangue.

Durante l'esercizio fisico, i Trigliceridi nelle cellule adipose, nelle cellule muscolari e nel sangue vengono scissi (Lipolisi) e usati come carburante dai muscoli esercitati.

 

 

Differenze nell'accumulo adiposo in base al sesso:

E' noto che le donne hanno una percentuale di grasso corporeo più alta degli uomini.

Un range di grasso corporeo nella norma per le donne è circa 20/25% per gli uomini 10/15%.

Una percentuale maggiore di 20 per gli uomini e 30 per le donne è un indicatore di obesità.

La distribuzione del grasso varia da individuo a individuo e può determinare rischi cardiovascolari.

Alcuni individui accumulano la maggior parte del grasso nell'area addominale, questo tipo di deposito adiposo è detto “androide”, o tipo a “mela” ed è caratteristico negli uomini.

Il tipo androide è associato con un maggior rischio per le malattie cardiovascolari.

Il tipo più comune nelle donne invece è il ginoide o a pera, caratterizzato da accumuli di grasso prevalentemente in glutei e cosce.

 

 

La mobilizzazione del grasso è il processo di rilascio dei lipidi dai tessuti di stoccaggio del corpo, il metabolismo è invece la completa reazione di ossidazione del grasso in energia utilizzabile dal corpo.

I due principali enzimi che regolano la mobilizzazione degli ACIDI GRASSI sono: la Lipasi Sensibile agli Ormoni  e la lipo Proteina Lipasi .

Lipasi Sensibile agli Ormoni è localizzata direttamente nelle cellule adipose ed è stimolata dall'ormone epinefrina (adrenalina).

Quando Lipasi Sensibile agli Ormoni è stimolata, agisce scindendo i Trigliceridi nel tessuto adiposo e rilasciando i gli ACIDI GRASSI ed il glicerolo nel torrente circolatorio. Questo processo è detto Lipolisi.

L'epinefrina, rilasciata dal sistema nervoso simpatico durante l'esercizio fisico, è lo stimolatore principale della lipolisi. L'epinefrina lega un particolare recettore nelle cellule adipose, che attiva Lipasi Sensibile agli Ormoni.

Lo stato fisiologico individuale influisce sulla sensibilità del corpo all'epinefrina..

Per esempio, durante l'esercizio aerobico, l'attività della Lipasi Sensibile agli Ormoni è aumentata in seguito all'attivazione da parte dell'epinefrina grazie all'aumento della temperatura e ad un grande aumento dell'epinefrina stessa nel torrente sanguigno durante l'esercizio rispetto ai momenti di riposo.

Negli individui allenati per la resistenza Lipasi Sensibile agli Ormoni è ulteriormente reattiva all'epinefrina nel senso che è attivata da concentrazioni minori dell'ormone se li paragoniamo ad individui non allenati.

Pertanto un effetto metabolico dell'allenamento aerobico è un aumento della ricettività a mobilizzare e ossidare i Trigligeridi per uso energetico.

Al contrario, l'obesità abbassa la sensibilità della Lipasi Sensibile agli Ormoni all'epinefrina, implicando una maggior concentrazione di adrenalina per attivarle negli individui obesi.

 

La ricerca fondamentale sullo sviluppo e mantenimento dell allenamento cardiorespiratorio raccomanda di praticare esercizio di resistenza dalle 3 alle 5 volte a settimana, con esercizi ritmici che coinvolgano il maggior numero di gruppi muscolari

La raccomandazione è di un intensità compresa tra il 55/60% e il 90% della frequenza cardiaca massima per la durata continuativa dai 20 ai 60 minuti per sessione.

La peculiarità sta nel concetto di individualizzazione dei programmi per il livello di fitness di ogni persona, salute, età, obiettivi, fattori di rischio, medicazioni, carattere, e preferenze individuali.

La periodizzazione dell'allenamento è basata sulla relazione inversa tra intensità (quanto carico, quanto velocemente) e volume di allenamento (per quante volte, quanto tempo) 

Con l'esercizio aerobico l'intensità può essere individualizzata con la % della frequenza cardiaca massima, %VO2max, oppure il grado di difficoltà percepito, dove per volume si differenzia la durata della sessione così come la frequenza delle sessioni.

 

 

Come ottimizzare il metabolismo lipidico durante l'esercizio aerobico? Vediamo i 4 punti principali

1.            Prevedere un workout cardiorespiratorio a bassa intensità e lunga durata. Poiché la maggior parte delle ricerche dimostra che le donne derivano una porzione maggiore della loro spesa energetica dal grasso durante esercizio da lieve a moderato.

2.            Prevedere workouts cardiorespiratorio ad alta intensità per brevi periodi. Questo dovrebbe essere migliore se realizzato con allenamenti continui ad alta intensità o con “interval training”. Perché all'aumentare dell'intensità diminuisce la percentuale di energia derivante dal grasso.

All'aumentare dell'intensità aumenta la spesa energetica e quindi sebbene diminuisca la quota percentuale dei grassi bruciati aumenta il loro consumo assoluto.

3.            Incorporare vari metodi di allenamento in modo da non far affaticare eccessivamente i singoli muscoli con lo stesso pattern di movimenti. Ciò previene il manifestarsi dello stress a carico del sistema muscolo scheletrico e l'insorgenza di dolore e infortuni. Così teoricamente una persona sarà in grado di svolgere più lavoro, più frequentemente e con più sicurezza spendendo un quantitativo di energia maggiore e quindi utilizzando più grasso.

 

4.            Variare spesso il workout! variando i workouts si induce uno stimolo al sistema cardiorespiratorio col fine di evitare le conseguenze dell'overtraining.