Leggi tutto...

HIIT E RISPOSTA DELLA PROTEINA AMPK NEI MUSCOLI

L’ alto livello della proteina chinasi attivata con AMPK (proteina kinasi dipendente dall’adenosina monofosfato che è composto enzimatico deputato al controllo dello stato energetico dell'organismo   ) è stata collegata a molti degli effetti acuti dell'esercizio fisico sul metabolismo muscolare del substrato muscolare, nonché ad alcuni degli adattamenti indotti dalla formazione cronica. 

Leggi tutto...

IL CORTISOLO

Nella vita di tutti i giorni  il ruolo dello stress è ormai riconosciuto come sinonimo di disturbi e malattie.

Difatti l'insieme di forze esterne ambientali sociali o fisiche, potenzialmente nocive, che producono una serie di reazioni biochimiche, somatiche e psicologiche all'interno dell'organismo tra cui appunto picchi di livello di Cortisolo.

 

Leggi tutto...

ALLENAMENTO AEROBICO E PESI: COME FARLI ANDARE D’ACCORDO

La consapevolezza dell’importanza dell’allenamento aerobico per migliorare le prestazioni del proprio corpo atte ad eliminare anche la massa grassa sono sotto gli occhi di tutti, così come la stessa importanza e lo stesso fine  Può avere l’allenamento con i pesi.

Molte volte però da autodidatti si fa confusione inserendo lavori aerobici intensi a sessioni massacranti di pesistica.

Leggi tutto...

ACIDO LATTICO TRA MITI E VERITA’

E’ pratica comune che molti allenatori ed atleti percepiscono l’acido lattico, o più specificamente il lattato, come prodotto di scarto che è completamente sfavorevole a tutte le prestazioni atletiche.

Questa ipotesi, tuttavia, non può più essere considerata corretta, così che è stata etichettata come la mitologia dell’acido lattico .

Leggi tutto...

ACIDO LATTICO E ALLENAMENTO

Durante l'esercizio fisico intenso, il lattato nei muscoli e nel sangue può salire a livelli molto elevati .

La mancanza di ossigeno non è per forza responsabile dell'aumento della produzione di lattato o anche dell’accumulo di lattato e non è la causa del dolore muscolare ritardato (DOMS).

Questo accumulo, rappresenta il bilancio tra la produzione e la rimozione del lattato.

 

Leggi tutto...

IL DAIKON: COS'E' E LE SUE PROPRIETA'

Il daikon è una radice di origine giapponese molto diffusa in Asia, ma ancora poco conosciuta nella cucina occidentale anche se da alcuni anni viene  prodotto in alcune paerti d’Europa e in Italia. Il daikon sassomiglia ad una grande carota ma di colore bianco, il suo sapore è decisamente meno dolce, più deciso e lievemente pungente. in realtà si tratta di una radice appartenente alla stessa famiglia di verze e cavoli, le Brassicaceae, con le foglie simile a quelle delle rape.

Leggi tutto...

COME ALIMENTARSI IN SPIAGGIA: CONSIGLI UTILI

E’ doveroso ricordare alcuni piccoli consigli inerenti all’ alimentazione in riva al mare in questi giorni di grande caldo.

Sicuramente pranzare in spiaggia in questo periodo è un abitudine a cui difficilmente si può rinunciare.
Banditi sicuramente focaccia e gelato per chi segue già un regime nutrizionale consono ai canoni mediterranei, il consiglio principale è scegliere alimenti che forniscano una nutrizione adeguata soprattutto in funzione del fattore esterno.

Leggi tutto...

SI FA PRESTO A DIRE DIETA

La parola DIETA deriva dal latino DIAETA e a sua volta dal greco DIAITA che significa MODO DI VIVERE in riferimento dell’assunzione di cibo. Di certo il modo di vivere dell’essere umano non è fare sacrifici alimentari ma tutt’altro. Da questo concetto si apre un mondo di controversie e leggende metropolitane.

Leggi tutto...

La giusta motivazione nel fitness

Quando si parla di fitness e benessere si pensa sempre a diete, fatica e sacrifici. Ma tutto questo deve essere affrontato nel modo giusto con la motivazione giusta.

La locuzione latina mens sana in corpore sano è molto chiara:  il corpo e la mente vanno di pari passo. Non puoi stare bene psicologicamente se il corpo non è in forma.

Leggi tutto...

La sarcopenia: cos'è e come prevenirla

La sarcopenia è il declino muscolare ed inizia a comparire intorno alla quarta decade di vita, portando ad una perdita di massa muscolare del 3-5% entro i 50 anni e successivamente del 1-2% ogni anno. In molti soggetti viene dimezzata entro i 75 anni di età. Gli effetti sono una perdita di forza del 40% passando da 30 a 80 anni e una perdita di potenza ( velocità esecutiva del gesto ) del 50% a 70 anni rispetto a 20 anni.

Leggi tutto...

CORRO MA NON PERDO PESO...PERCHE?

Nell’immaginario collettivo c’è il falso mito che correre almeno un’ora al giorno sudando, faccia perdere calorie, centimetri e chili. Purtroppo pochi ci riescono veramente, molti falliscono dopo i primi tentativi e visti i “magri” risultati si demoralizzano e lasciano perdere per poi riprendere dopo un periodo “sabbatico” ottenendo sempre gli stessi risultati: cioè nulla.

Gentile utente, questo sito fa uso di cookies per poter garantire una migliore esperienza di navigazione. Chiudendo o navigando in qualsiasi altra pagina si accetta automaticamente. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l’informativa completa Leggi di più